SERATA ROTARY GRUPPO ESTENSE

    849
    Il coraggio di una scelta e l’umiltà di una vita. Questa la storia di Giorgio Perlasca che tra il 1944 e il ‘45 è in Ungheria per lavoro (commercio) e decide di farsi credere Console spagnolo per salvare la vita a circa 5200 cittadini ungheresi di religione ebraica.
    Al suo rientro in Italia non racconta a nessuno della sua avventura, fino al 1988 quando alcune donne ungheresi che si sono salvate proprio grazie al suo intervento riescono a rintracciarlo e rendono pubblica la sua incredibile storia di eroe.
    Il figlio Franco, è stato ospite giovedì 5 febbraio scorso dei Rotary Club dell’Area Estense che, alla presenza del Governatore del Distretto 2072 Ferdinando Del Sante, hanno voluto così celebrare la giornata della memoria con una serata dal titolo: “Giorgio Perlasca: la genialità di un uomo comune di inventarsi eroe”.

    Nel pomeriggio i sei Club hanno visitato il Museo Nazionale dell’Ebraismo e della Shoah con guida d’eccezione Massimo Maisto, Assessore alla Cultura nonché Vicesindaco.