Cronaca della riunione di martedì 4 maggio 2021 ore 21,00 (ventottesima dell’anno rotariano)

    28

    PIATTAFORMA ZOOM – INTERCLUB DI AREA ESTENSE

    Interclub organizzato degli amici del R.C. San Giorgio di Piano in forma di tavola rotonda, su un tema molto importante e che riguarda tutti: la sicurezza sulla strada.

    Ospite e relatore Jean-Claude Pinto, socio del Rotary Club Milano, che ha esposto il progetto di cui è l’ideatore: “zero vittime della strada” si propone di sensibilizzare gli associati affinché si rendano parte attiva per cercare di ridurre in maniera significativa il problema mondiale delle vittime causate dalla circolazione stradale, che comporta un costo sociale elevatissimo. In Italia, secondo i dati Istat, nel 2019 si sono registrati 3.170 morti di cui il 9% ciclisti. Ogni hanno si assiste nel nostro Paese al doppio di morti rispetto a quelli della Gran Bretagna.

    Gli incidenti stradali costituiscono la prima causa di morte tra i giovani.

    Il progetto “zero vittime della strada” si propone quindi di coinvolgere e sensibilizzare i club ed i soci, poiché le istituzioni sono molto lente nel recepire il cambiamento nella circolazione stradale, basti pensare che il codice della strada ha quasi trent’anni ed è obsoleto per lo scenario attuale di traffico.

    Jean-Claude Pinto ha evidenziato che le cause su cui agire riguardano essenzialmente il fattore umano ossia le condizioni del guidatore ed i comportamenti scorretti, in primis l’uso del cellulare.

    L’obiettivo strategico è fare quanto in nostro potere per raggiungere le zero vittime sulla strada o comunque migliorare il più possibile la sicurezza stradale. Per tale ragione Jean-Claude Pinto ha spiegato che è stato avviato un percorso di sensibilizzazione tra i club rotariani ed è stato creato un coordinamento interdistrettuale per accomunare i progetti.

    Le fasi del progetto hanno riguardato finora il concept (fino a dicembre scorso), la fase 1 (che durerà fino a giugno)che sarà quella del coinvolgimento dei club, e la fase 2 di avviamento dei vari progetti (da iniziare già questa estate).

    Jean-Claude Pinto ha illustrato che uno dei primi progetti da mettere in capo sarà la tutela dei ciclisti mediante la sensibilizzazione al rispetto della distanza minima di sicurezza di 1,5 metri tra veicolo e ciclista, anche mediante l’apposizione di cartellonistica specifica nei centri abitati.

     

    SOCI PRESENTI 4+7 PERCENTUALE 16,67%