Cronaca della riunione di giovedì 5 ottobre 2023 (sesta dell’anno rotariano)

    194

    Si è tenuta ieri sera presso la Sala Wunderkammer, gestita dall’omonimo consorzio, la prima delle quattro serate che hanno come filo conduttore la violenza di genere.

    La Presidente Adele Del Bello ha aperto i lavori sottolineando la rilevanza di questa iniziativa, aperta alla cittadinanza, svolta in collaborazione con le istituzioni e che ha visto l’impegno concreto dei rotariani in termini di competenze e tempo dedicato alla causa.

    L’argomento del primo incontro ha riguardato  le discriminazioni in ambito professionale, quindi relatrici di tutto spessore hanno illustrato diversi aspetti di questo problema.

    La Professoressa Cinzia Bisi del Dipartimento di Matematica ha spiegato il così detto “Effetto Matilda”,  che si verifica quando scoperte e meriti di donne sono attribuiti a uomini. L’imprenditrice Simonetta Monica Talmelli, Amministratrice unica di Famar Abbigliamento di Ferrara, azienda con un centinaio di dipendenti, ha raccontato come durante la sua carriera si sia trovata più volte a dover affrontare la diffidenza maschile nei confronti del genere femminile. È intervenuta poi da remoto Agnese Pini,  direttrice di QN, Il Resto Del Carlino, La Nazione e il Giorno,  facendo presente che in Italia esistono solo tre direttrici su circa una cinquantina di quotidiani importanti. Pini ha inoltre parlato del cambiamento in atto in termini di riconoscimento dei diritti delle donne e di consapevolezza rispetto alle varie forme di violenza da esse subite. Questo si nota anche dal sempre più diffuso utilizzo di termini quali femminicidio o stalking, che una volta nemmeno si conoscevano.

    Ultimo intervento è stato quello dell’Assessora comunale Dorota Kusiak, che ha sottolineato l’importanza di questo ciclo di incontri rivolto alla comunità.

    La serata si è conclusa con un partecipato dibattito, alimentato anche da rappresentanti di associazioni di volontariato, che combattono da anni contro questi ignobili comportamenti.  Da parte delle relatrici è emerso un concetto condiviso, ovvero che per fare carriera in ambito professionale serve talento, ma per una donna si deve aggiungere anche una grande dose di determinazione. La Presidente Adele Del Bello ha chiuso i lavori con un ringraziamento a tutti i partecipanti e un arrivederci al prossimo incontro, che si terrà giovedì 12 sempre presso la sala Wunderkammer.