Cronaca della riunione di giovedì 23 novembre 2023 (decima dell’anno rotariano)

    124

    Nel prestigioso contesto della Sala della Musica, presso il Chiostro di San Paolo, si è tenuta la serata conclusiva del ciclo di quattro incontri sulla violenza di genere, promosso e realizzato dal nostro Club, in collaborazione con l’Associazione “Volunteers vs Violence”, con il Patrocinio del Comune di Ferrara e dell’Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Ferrara. La serata, di forte impatto emotivo, è stata senza dubbio di grande successo, in quanto partecipata da circa 90 persone fra Socie e Soci del Club e cittadinanza, visto che, così come le precedenti serate, anche questa è stata aperta a tutti.

    L’emozionante lettura di Silvia Dambrosio ha coinvolto il pubblico nelle storie di donne e minori tratte dallo splendido libro “Dietro quel muro – Storie di violenza familiare”, curato dall’ Associazione “Volunteers vs Violence”, che raccontano storie di donne e minori che hanno subito e assistito a violenze domestiche. L’interpretazione era accompagnata da una suggestiva musica di pianoforte, del talentuoso Jacopo Bonora, un giovane musicista che ha saputo rafforzare in modo straordinario le sensazioni che oscillavano fra paura, rabbia, compassione e tenerezza.

    Gli artisti hanno saputo creare un eccezionale dialogo tra parola e musica, talvolta anche con composizioni estemporanee, che ha colpito profondamente il pubblico. Una serata che ha fermato il tempo, aprendo uno squarcio su una realtà che purtroppo si tende spesso ad ignorare, di cui sentiamo tanto parlare o leggiamo sui giornali, ma che potrebbe nascondersi dietro alla porta a fianco.

    Al termine della serata è intervenuto l’ex Ispettore di Polizia del Comune di Cento, Massimo Perrone, Presidente dell’Associazione “Volunteers vs Violence” , il quale ha spiegato che il libro raccoglie storie di vittime di violenza e che i fondi realizzati dalla vendita del libro verranno utilizzati per finanziare il progetto della “Casa dei Buoni”, una casa protetta che possa ospitare donne maltrattate insieme ai loro figli e, assoluta novità per il nostro Paese, anche i loro animali domestici. Successivamente è intervenuta l’Assessora Kusiak che ha ringraziato il Rotary per le sue iniziative di informazione e sensibilizzazione sul tema e ha ricordato le numerose iniziative poste in essere dal nostro Comune sul tema.

    Al termine della serata la Presidente Adele Del Bello ha voluto ricordare 10 messaggi fondamentali tratti dalla serie di incontri dedicati alle donne, tra cui l’importanza di avere carattere e autodeterminazione, il fatto che saper cogliere i “segnali sentinella” e non trascurarli (denunciare) può fare la differenza, l’importanza di riconoscere e rispettare le donne anche nei ruoli di potere, di utilizzare il linguaggio di genere, la consapevolezza del fatto che spesso la violenza verso le donne è accompagnata da episodi di violenza anche verso altri “soggetti deboli” come minori e animali (fenomeno “Link”). La Presidente ha infine ricordato che si sta consolidando un nuovo concetto di Rotary, come sodalizio di persone che dedicano tempo e competenze a buone cause e che collaborano, come Club, con le istituzioni. Ne è dimostrazione – ha ricordato la Presidente – il fatto che il 22 novembre di quest’anno, ovvero il giorno prima di questo spettacolo, il nostro Club ha sottoscritto, insieme ad altri 26 attori territoriali “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e dei minori” promosso dalla Prefettura di Ferrara, che impegnerà il Club a continuare la strada  per  combattere questo triste piaga della nostra società. La Presidente ha inoltre annunciato un Premio che verrà assegnato dal nostro Club attraverso una Call for Ideas destinata a   iniziative/progetti/pubblicazioni volte al contrasto alla violenza di genere in tutte le sue forme e a favorire le pari opportunità, la consapevolezza e la diffusione della cultura dei diritti umani e del principio di non discriminazione. Un momento importante di raccolta di idee e proposte da poter eventualmente portare all’attenzione dei soggetti che hanno sottoscritto il Protocollo promosso dalla Prefettura.

    La serata si è conclusa poi con i ringraziamenti alle Istituzioni, a tutti i  partner, alle relatrici e ai relatori, agli artisti, alle Socie e Soci e soprattutto a Massimo Perrone e ad Andrea Firrincieli (rispettivamente Presidente e Vicepresidente dell’Associazione “Volunteers vs Violence).

    Un ringraziamento particolare è stato riservato dalla Presidente alla Dott.ssa Roberta Capucci, che da anni si occupa con grande competenza, dedizione e concretezza al tema, per il suo contributo fondamentale all’ideazione del Ciclo di eventi.