Cronaca della riunione di giovedì 22 febbraio 2024 (ventesima dell’anno rotariano)

    264

    Giovedi 22 febbraio, presso il Consorzio Wunderkammer, dopo un piacevole aperitivo conviviale, si è tenuta un ‘interessante serata alla scoperta dell’intelligenza artificiale e, nello specifico, di ChatGPT. Il Professor Luca Mari, Ordinario di Scienza della misurazione, docente titolare in corsi di analisi statistica dei dati, teoria dei sistemi e pensiero digitale, ha intrattenuto i presenti in maniera molto piacevole e competente. Ha mostrato le grandi potenzialità di questo affascinante strumento e la sua incredibile utilità. Mostrando e commentando un dialogo realizzato con un chatbot, ha illustrato come si possa conversare con una rete neurale artificiale, ciò che potremmo chiamare un “cervello artificiale”.

    Un “cervello artificiale” di questo genere, ha sostenuto Mari, è pronto a darci risposte, a risolvere problemi e ad aiutarci, grazie all’enorme quantità di testi che gli sono stati fatti leggere durante il suo addestramento e alle sue capacità di elaborazione e di produzione di testi originali. Può essere dunque un valido assistente in campo professionale, con il quale poter colloquiare chiedendo consigli e punti di vista.

    Il dibattito, fra curiosità e temi etici, non si è fatto attendere, anzi è letteralmente divampato, evidenziando fra tutti i presenti l’interesse diffuso verso questo strumento ancora poco conosciuto. Gli interventi hanno spaziato fra domande relative al funzionamento dell’intelligenza artificiale e numerose riflessioni sull’uso etico dell’intelligenza umana replicata da macchine.

    Una serata da ricordare.