Cronaca della riunione di giovedì 14 settembre 2023 (terza dell’anno rotariano)

    211

    APERICENA APERTO A CONSORTI E OSPITI

    Si è tenuta presso il Fienile di Baura la visita alla Cooperativa sociale Integrazione Lavoro, cominciata con una descrizione delle varie attività che vengono svolte e alle quali partecipano ragazzi con disabilità coadiuvati dagli operatori. Ecco allora che assistiamo alla lavorazione della lana grezza da parte di ragazzi e ragazze, ricavando delle palline che diventeranno coloratissimi e funzionali sottopentola. Andiamo poi a visita l’orto dove vengono coltivati ortaggi e frutta, dai quali verranno ricavate marmellate e zucche per i cappellacci. Scopriamo infatti che, grazie alla presenza di un cuoco professionista e ad una  aiutante, è possibile la domenica prenotare e pranzare presso il fienile ristrutturato o addirittura festeggiare degli eventi, come ci  viene raccontato, come matrimoni, battesimi, cresime.

    Nella fattoria didattica Orietta, operatrice della cooperativa, si occupa anche della pulizia degli spazi e degli animali. Segue i lavori che i ragazzi realizzano e si occupa dei contatti esterni con terzi. All’interno della corte sorge anche una casa famiglia, dove vivono alcune persone con disabilità, mentre altri frequentano il centro durante il giorno.

    Come vuole la consuetudine, chiudiamo la serata con una degustazione di cibi e bevande e scopriamo così che ci sono ancora progetti in cantiere, come la costruzione di un laboratorio per la lavorazione del legno: la “Bottega dell’Artigiano”. Vito e Nicola, che ci hanno accompagnato per tutta la serata, ci ricordano che ogni progetto comporta un investimento e le spese sono sempre tante, quindi ogni nostro supporto è benvenuto!

    È stata una serata di grande interesse, che si è svolta in un clima informale e amichevole. Abbiamo conosciuto una realtà della quale si conosceva poco o niente, a due passi da casa, trovando persone meravigliose che si adoperano non solo ad insegnare ad altri un mestiere, ma soprattutto a far sentire utile chi è in difficoltà, requisito fondamentale per accrescere la propria autostima.

    Un grazie GRAZIE quindi, a Orietta, Vito e Nicola, nostri Ciceroni in questa breve ma intensa esperienza, vissuta nel pieno spirito rotariano.